Sex encounters chat rooms Porno lolori

Gli studj dell'Hartmanu sull' Aconito, la Bryonia, il Mercurio (1), Ia Chamomilla, la Belladonna, la Noce vomica (2); del Peschier sulla Chamomilla (3); del Wurmb sull'Arsenico (4); del Mever sull'Aconito, la Platina, la Sepia (5); di Morello (6), di Reil sull'Aconito (7); delfl'Espanet sull'Argento metallico (8); dell'Hyrschel sulla Bryonia sul Jihus toxicodendron (9) ec.

colle p Topriet A ipostenizzanti, controstimolanti da lui attribu Ile aile Caniaridi, o Ia nostra scuola colic specifiche, vedreemo fra poco. Gli e cosi che Sachs, Alexander, Withers (5) inclinandosi davanti la sperienza in blocco, non si permeflono di formularno alcuna indicazione o controindicazione; gli A cosi cie Most (6) lira in campo l'azion spocifica sni reni e sui nervi spinali: chde Monch (7) consiglia le Cantaridi nelle (1) Bemerk, fib. docurenti corn ro A:anti colesta persistenza d'azione, ma, dal poco che accenniamo A manifesla la probabililai del,1'opinione a cui inclina ii Beckmann: opinione dcl resto che a trarla dallo sato a di probabile non varrebbe aiimo argouento da quello infuori della ietodiche sperimentazioni della Cantaride sugli animali in modo da determinare se A possibile quelle lenti eppur mortali intossleazioni a cui la storia dei veneflcj allude. Questiono imporlante, almeno in apparenza, sarebbe quella, dell'esciusione della Cantaride come Yescicatorio, a cui la scuola di L'ahnenann ]a condann6 ormal da mezzo secolo. Se ]a Mledicina contemporanca ha ii torlo gravissimo di dimenlicare le vecchie tradizioni, di far si poco caso dell'uso interno delia Cantarice, Ia nostra scuola dimenticandonie gli usi pift moderni pu6 andar scevra d' ogni laccia? Ci6 che fin da qul va messo fuor di questione si 6 I'azione dinamica, specifica deile Cantaridi, contemporanea alla lopica: ii che non equivale gi ed una assimilazione che da noi si faccia degli effetti indolli daile Canlaridi nel corpo vivo dai due dilferenli modi di applicazione, vale bensi a giustificare 1'ammissione neile nostre Patogenes Ie do' fenomeni dinamici, specifici devoluti tauto ail'un modo che all'aitro. sostituire, trasporre,, iscuotere ad altrettali cniterj era naturale che balenassere nella mente agli uorini dell'arte: ed ec -- I coil le Cantaridi pigliar posto Ira i pi U' lodali aarnesi dello medicazioni indirette, topiche, decorate pure ai nostri di del nome di irritanti, sostitulive, rivellenti, traspositive, spoliative ec. Delle loro eminenti proprielt specifiche, dirette, poche, insufficientissime parole, condite all'uopo di uno scetlicismo che sarebbe meno singolare so ia credulit A onde gli allopalici fan fede tanl' altre volte non ci facesse dubilare assal delle ragioni filosoficle del loro creler C e discredere, del loro negare ed affermare. In quant A casi i buoni effelti cho si riferiscono tultora alle teoreliche rivulsioni, irritazioli sostituti Ve, traspositivo cc. di silfalte forme contro cui 1'opportunita, 1 beneficj, Ia validita dell' uso esterno di Cantaride non siano state e non siano tuttavia o contestate o contostabili.

be Cantanidi applicate alla cute producdno Una serie di fenomani troppo noli perche ci arrestiarn a descriverli in queste punto: attirare gli umori, derivare la malattia. Non DC drizzeremo la lista per limore di piantar qul un indice nosologico in forma; ma in quanto di quelle stesse matatlie ]a Cantaride data sob internarnenle non1 1riesdl altrvettanto salulare? E vanarente noi cercheremmo alla stessa allopalia, la quale o le toglie dalle solite ipotesi intorno alla natura, alle cause delle malattie a Gui vuol dar battaglia coi vescicatorj, o Dio ci scampi da siffatte ifldicazioni, o le toglie dalla roale obbiettivita di una data forma patologica e oltro all' assoiuta carenza della precise indicazioni che 0oi invochiamo non ve n' ha pur una.

Non ci arresteremo alla soluzione di colesta interessante questione, sfuggita all' accuratezza dei phi noti trattatisti (1): ci basti accennare come. Nondimeno fra i non pochi punti di contatto esistenti tra l'azione dci preparati arsenicali c dolle Cantaridi, e che noi chiariromo in soguito, non vogliaro tacero fin da qu'l quello chc additorebbe lo(1 paro nci due veleni irritanti un'aziono dinamica, profonda, permancute ncll'organisro vivo dopo )a cessazione dci fenomeni acuti o Icliminazione delta causa maleriale. Li' effetto delte Cantaridi stu siste~na asanguigno e evidentissimo e ii mnegbio pronunziato afra quanti esse son capaci di produrne: ne rzasutano hut Ii i fenomeni appartenenti alba circoalazione aurnentata, come sudore, cabore, ansieta, ccc.

Men nota e degna d'esserlo phi sarebbo la sloria o piutlosto la verificazione dell'avvelenamento cronico, lento, e tuttavia mortals di Gui le Canlaridi a detlo d'alcuni, sarebbero capaci. D'allrondc so notissimi sono I'abuso o gli effetti di questo come di molt'altni fafmaci narcotici, osilaranti~ec., dell'abuso per e degl'effetli delle Cantanidi a piccolo dosi continuato a lungo, nessuno, ch'io mi sappia, n'ebbc o no ha notizia che possa contentare i cultori dollo scicnzc nalurali. Ond'e" che ii Giacomini dicendo ) cho a torto i pratici Salttribuiscono all'antagonismo nervoso, alta rivuln sione, atta controirritazione quei 'vanlaggi che Snelle malatlie ossi ottengono dall'appticazione dei n vessicanli faiti colle Cantaridi n (4) non va lungi dat vero: o prima di lui Most, Alexander, ed altri osservavano gti stessi buoni effotti, volgarmente riferiti at vescicatorio anche dalle semptici bagnature eolla tintura di Canlarido, ab&,pue vesicattone et revulsione; ma chi pii Y at vero s accosti, o Giacomini (1) Ib. E dessa paten~tissi'ma dopo a 'appticazione di vescican Ui motto estesi, e vuotasene tener conto nell'autmento de' fenoment paatologici e soprattutto net suo raddoppiare d'inatensit4 ekhe spesso succede aila toro applicazione aonde non attrtbuzre alla malattia I' effetto del arimedjo.

Che cio6 I'azione topica generica, non elide Ia dinamica la specifica? 6 ancor meno filosofica del lor` scotlicismo nelle azioni specifiche? Valga un esenpio: quello dell'appticaziono di un enorme vescicatorio at petto dei malati di pneumonile e di pleurito in qualsiasi stadlo delta malattia, pratica non-nuova ma nuovamente messa in: onore da M. E innauzi luto ii vescicatorio I6 veramente antiflogisfico? la -veechia scuola conosce darvero l'armo che maneggia primia di valeisene?

Gli Autori dell'opera in discorso, trattando della Cantaride non yo Uono pmh in ia del vescicatorio: e sia pure; del modo di provvedere ai inolti inconvonienti che ne risultano: ed 6" bone; ma quando consacrano una lunga tirata alla coal delta medicazione irritante sostitutiva ec.; quando tiferiscono a coteste medicazioni generali i benefici effetti di tanti agenti speciali, dimenticano essi che I' aziono di ciascuno, che I'azione per esempio della Cantarido non 6 limitata n6 limitabile alla earte su cui opera localmente e alle conseguenze dell azion locale? non si dovrebbero anzi riforire alle reali virtiu specifiche di questo farmaco? Ognun sa che ii vescicatorio 6 per lo vecchie scuole una pante integranto del cosi detto apparato - 11 _ antiflogrislico: I'iiidicazione quindi, questa almeno, dci vescicatorj nella gran classe delle, infiammazioni, dovrebbe essere codta; ma se ]a certezza defle loro indicazioni avessimo a dedurla da essa, vaga e gonerale si ma fondarnentale ad ogni modo, comincieremmo assai male.

E incontestabile che tali accidenti sono pifi rari, meno intensi e ph A rimediabili allorch A" usate esternamente che non idbternamente, ma se noi gettiamo uno sguardo retrospeltivo sulle vicende istoriche del nostro farmaco, yediam questo di singolare, che gli antichi s'attenevano all'uso interno delle Cantanidi, che solo da Archigene (cilalo da Aetloj e piii taladi da Aretec dalb Fusoe esterno, e che solianto dalla seconda meta del secolo XVI in poi si generalizz A quest' ultimor mode e andb scadendo ii primo. Uno dci nostri periodici, 1'Art M~dical (1), che propugnando la causa deli' Omiopatia inscrisse sulia sna bandiera ii progresso niella tradizione, non esita a rendere omaggio alle Cantaridi in forma di vescicatorlo dopo di aver formulato alcune indicazioni per ii loro us0 in forma d'infinitesimi. opposte esplicano nei modi pih opposti ve ifhanno altri inline che a dispetto delle consecrazioni sperimentali e tradizionali una scuola gia ricca e feconda di Lati, pub lasciar da un lato senza temere poiverta.